Il fascino della Storia

Questo sito contiene aggiornamenti sui miei libri e sugli articoli che scrivo per le varie riviste, testate e portali con cui collaboro:  Medioevo, Archeo, BBC History Italia, Storie di Guerre e Guerrieri, Civiltà Romana, Festival del Medioevo e altre.  Gli Editori con cui pubblico sono, tra gli altri: Giunti, National Geographic / White Star, Newton Compton, Il Cerchio, Ancora … Leggi tutto Il fascino della Storia

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

Are you new to blogging, and do you want step-by-step guidance on how to publish and grow your blog? Learn more about our new Blogging for Beginners course and get 50% off through December 10th.

ARCHEOLOGIA / Il guerriero di Marlow “riscrive” la storia anglosassone

Nel Berkshire inglese torna alla luce la sepoltura di un capo tribale del VI secolo d.C., accompagnato da un ricco corredo di armi e manufatti. Un ritrovamento che fornisce nuovi dettagli sulle vicende che tormentarono la valle del Tamigi subito dopo il collasso della Britannia romana. Successo per il crowdfunding lanciato dall'Università di Reading per finanziare il restauro e l'analisi dei reperti

GRANDE GUERRA / Quei cimiteri dimenticati sul fronte orientale

Al confine tra Polonia e Slovacchia sono tornate alla luce due grandi fosse provvisorie che ospitavano i resti dei soldati austroungarici, tedeschi e russi caduti durante i sanguinosi scontri dell’inverno 1914-1915. Un doloroso pezzo di memoria storica finalmente riemerso dopo oltre un secolo di oblio

ESCLUSIVA / Sigismondo Pandolfo Malatesta, ecco il (vero) volto del signore di Rimini

Naso aquilino e un’escrescenza ossea sul cranio (nascosta dai capelli): ecco il vero aspetto di Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini e di Fano. La ricostruzione è stata effettuata dal FAPAB Research Center di Avola (Siracusa) di Francesco Galassi in collaborazione con la Flinders University (Australia), e viene ora pubblicata per la prima volta.

Vercelli medievale e i suoi segreti (tra cui l’eccezionale Vercelli Book)

La città di Vercelli racconta il "suo" Medioevo con un'interessante esposizione che raccoglie 42 oggetti iconici e altamente rappresentativi, alcuni dei quali molto noti, altri invece quasi sconosciuti. Tra i preziosi reperti esposti c'è il Vercelli Book, un codice pergamenaceo conservato nel Museo del Tesoro del Duomo e Archivio Capitolare di Vercelli insieme ad altri manoscritti datati tra il IV e il XV secolo, straordinario e tutto da (ri)scoprire.

“Día de los Muertos”, una festa tra sincretismo e tradizione

Il “Día de los Muertos”, è ormai diventata una delle ricorrenze più importanti della cultura messicana, in cui le antichissime credenze risalenti al periodo precolombiano si fondono con la spiritualità cristiana portata dai conquistadores spagnoli. Il risultato è un suggestivo tripudio di suoni e colori che rappresenta le tante anime della comunità.

LIBRI / I Longobardi, un popolo alle radici della nostra Storia

ED ECCO IL MIO NUOVO LIBRO: FINALMENTE LORO, I LONGOBARDI!

MILANO, 20 luglio 2020 – La vicenda del Longobardi, per quanto durò nel complesso “solo” due secoli (568-774), ebbe un impatto decisivo sulla storia italiana. La loro influenza fu duratura nelle istituzioni politiche, negli usi e nel diritto e il loro retaggio è ancora oggi percepibile nella lingua che parliamo, nonché nei monumenti – chiese, monasteri, edifici pubblici – che costruirono, la cui importanza è stata riconosciuta con l’inserimento, nel 2011, del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Ma la loro fu una invasione improvvisa e violenta o, piuttosto, una migrazione progressiva? Si trattava davvero di una stirpe granitica e vicina alla “barbarie primitiva”, o un popolo che seppe adattarsi e trasformarsi “sul campo”? Sono solo due delle domande cui cerca di rispondere  Elena Percivaldi nel suo ultimo saggio, “I Longobardi. Un popolo alle radici della nostra Storia”, appena uscito per i tipi di Diarkos (LINK ACQUISTO). 

Longobardi un popolo alle radici della nostra storia percivaldi diarkos

Riuscendo nella difficile opera di sintesi tra eredità classica e nuovi apporti “barbarici”, i Longobardi risultarono decisivi come “ponte” tra Mediterraneo e nord Europa, facendosi nel contempo protagonisti dei vasti cambiamenti geopolitici che, agli albori del Medioevo, hanno costituito la base per la formazione della futura identità del Continente.

Questo libro ripercorre, con un linguaggio semplice e accessibile, l’epopea longobarda alla luce delle più aggiornate acquisizioni del dibattito storiografico e dei più recenti ritrovamenti archeologici.

GUARDA LA VIDEO PRESENTAZIONE 
(si ringrazia Italia Medievale. Le musiche sono dei Winileod: grazie anche a loro!)

 
L’AUTRICE – Elena Percivaldi, milanese, è storica medievista e giornalista professionista. Collabora con alcune delle principali riviste di alta divulgazione del settore storico tra cui “Medioevo”, “Archeo” e “BBC History” ed è direttore del nostro notiziario “Storie & Archeostorie”. All’attività di relatrice in incontri e conferenze in Italia e in Canton Ticino affianca la curatela di mostre storico-archeologiche e di eventi sui Longobardi rivolti prevalentemente al vasto pubblico. Membro di varie istituzioni e Comitati scientifici, è spesso ospite del prestigioso Festival del Medioevo di Gubbio (Pg) e ha all’attivo una ventina di libri, alcuni dei quali tradotti anche all’estero. Sito web: http://www.perceval-archeostoria.com.

SCHEDA LIBRO
I Longobardi. Un popolo alle radici della nostra Storia
di Elena Percivaldi
Diarkos Edizioni
pp. 304, euro 18
dal 14 luglio in libreria

PAGINA FACEBOOK DEL LIBRO:
https://www.facebook.com/longobardi.diarkos/

RASSEGNA STAMPA (in aggiornamento)

LINK ACQUISTO AMAZON (clicca qui)

Storie & ArcheoStorie

Foto in apertura: ©Diego Giulietti – Fortebraccio Veregrense

MILANO, 20 luglio 2020 – La vicenda del Longobardi, per quanto durò nel complesso “solo” due secoli (568-774), ebbe un impatto decisivo sulla storia italiana. La loro influenza fu duratura nelle istituzioni politiche, negli usi e nel diritto e il loro retaggio è ancora oggi percepibile nella lingua che parliamo, nonché nei monumenti – chiese, monasteri, edifici pubblici – che costruirono, la cui importanza è stata riconosciuta con l’inserimento, nel 2011, del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Ma la loro fu una invasione improvvisa e violenta o, piuttosto, una migrazione progressiva? Si trattava davvero di una stirpe granitica e vicina alla “barbarie primitiva”, o un popolo che seppe adattarsi e trasformarsi “sul campo”? Sono solo due delle domande cui cerca di rispondere  Elena Percivaldi nel suo ultimo saggio, “I…

View original post 267 altre parole

Gli Atlanti celesti, un successo internazionale (con National Geographic)

Grande successo internazionale per il libro "Atlanti celesti. Un viaggio nel cielo attraverso l'età d'oro della cartografia" di Elena Percivaldi pubblicato con la prestigiosa casa editrice National Geographic: dopo l'edizione italiana, ecco le edizioni inglese, slovacca, tedesca, polacca, ceca e cinese